Se la giornata contro l’omofobia diventa una chiamata alle armi

Ve li ricordate i “Pink Posse“? Erano quella manciata di ragazzi della serie tv Queer as Folk (consigliatissima) che, stufi di subire omofobia, andavano in giro come una piccola gang per proteggere il quartiere gay della loro città.
Quando alcuni anni fa vidi queste scene mi spaventai molto. Sono il tipo che ripudia la violenza in quasi tutte le sue forme (a letto, tra due persone adulte e consenzienti, una sculacciata ci può stare). MI spaventai anche perché in quei ragazzi mi ci rivedevo molto. Le loro storie e vicissitudini erano le stesse che stavo vivendo io: la scoperta della mia omosessualità, le relazioni amorose, gli attacchi omofobi, i nuovi amici e a quelli persi. Ebbi paura, guardando quelle puntate, che anche io un giorno avrei perso fiducia nelle istituzioni, che avrei incamerato così tanta rabbia nei confronti della società e delle istituzioni, da ritrovarmi a credere che la giustizia avrei potuto ottenerla solo facendomela da solo. Ebbi paura che un giorno, tutta questa rabbia, che effettivamente c’è dopo decenni di prese per il culo (e non nel senso che piace a me) da parte della politica e delle istituzioni (ultimo esempio è Renzi con le sue Civili Partnership entro i primi 100 giorni), avrebbe potuto trovare la sua valvola di sfogo solo nella violenza. E con me, naturalmente, anche buona parte del resto della comunità LGBT.

Oggi, giornata internazionale contro l’omofobia, cazzeggiando su twitter trovo queste tre campagne di comunicazione.

Bn1vaSUCEAAU4Ac

CondividiLove

Alle quali va aggiunta anche quella per il Roma Pride 10374849_664625833585494_5292746963672425571_n

Io non sono un esperto di comunicazione e neanche un “osservatore” delle dinamiche sociali e queste potrebbero essere solo giochi di parole e slogan, ma questi richiami, visivi e/o verbali, alla forza, al possente, al vigore, al bestiale, mi danno da pensare. Ho paura, che in quest’epoca di incertezza sociale, lavorativa, politica… dopo tutti questi anni di false promesse e chiacchiere buttate al vento, sia più facile che la ragione lasci il passo, seppur gradatamente, agli istinti primordiali.

Vi lascio con la nuova campagna di Arcigay per la giornata contro l’omofobia e la transfobia

Conta su di me

10336810_10203609142766676_7724637444419886662_n

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...