In 150 a Chieti per le Unioni Civili #Svegliatitalia #SvegliatiChieti

12541067_535479833292940_583796939656658315_n

La sveglia è suonata anche a Chieti. Così come in altre 100 piazze in Italia e deci manifestazioni davanti alle ambasciate d’Europa e del mondo (Londra, Copenhagen, Berlino, Francoforte, Boston, Bruxelles, Dublino, Limerick, Vienna, Monaco).

Quello che abbiamo voluto chiedere è che sia applicato l’Articolo 3 della costituzione.
Perché se tutti i cittadini sono uguali davanti alla legge, allora lo sono anche le persone omosessuali.
Perché oggi a una persona omosessuale, nonostante essa paghi le tasse come tutti gli altri cittadini, gli sono vietati una serie di diritti.

A una coppia omosessuale é

  • –  negata la reciproca assistenza in caso di malattia
  • –  la possibilità di decidere per il partner in caso di ricovero o di intervento urgente
  • –  il diritto di ereditare i beni del partner
  • –  il diritto di subentrare nei contratti
  • –  la reversibilità della pensione
  • –  la condivisione degli obblighi e dei diritti del nucleo familiare
  • –  la piena tutela per i bambini figli di due mamme o di due papà

Il nostro obiettivo finale è il matrimonio egualitario.
Perchè solo la piena uguaglianza tra i cittadini può essere l’obiettivo di una società davvero civile. Ma vista l’arretratezza della politica italiana siamo costretti a difendere una legge che riteniamo incompleta. Una legge, il DDL Cirinnà, che è già un compromesso. Che è solo il primo passo verso l’uguaglianza.

Ed è per questo che siamo sciesi in piazza a difendere questo DDL. Perché non vogliamo cedere di un passo.

Non ammettiamo modifiche alcune, specie sulle Stepchild adoption!
Perchè fino ad oggi l’Italia, questa Italia dormiente, non si è resa conto di negare diritti e tutele anche ai bambini.
I figli di coppie omogenitoriali hanno due mamme e due papà, ma non per lo stato italiano. A quei bambini l’Italia nega il riconoscimento legale di una delle figure genitoriali.

E noi sì, che pensiamo prima ai bambini. Perchè non è come dice il Sindaco di Chieti Di Primio. I bambini non hanno dirittoSchermata 2016-01-24 alle 13.23.36 a una mamma e a un papà. I bambini hanno diritto all’affetto dei propri genitori!
Hanno diritto a genitori “sufficientemente” buoni. A prescindere dal loro orientamento sessuale! E questo lo dicono le maggiori associazioni internazionali di Psicologi, Psichiatri, Pediatri e Sociologi… Lo dice la scienza. Lo dicono oltre 30’anni di ricerca su famiglie omogenitoriali.

I figli di coppie gay stanno bene dal punto di vista cognitivo, emotivo e sociale.

E allora se i bambini stanno bene, se tutti i cittadini sono uguali davanti alla legge: Il Tempo è scaduto. Ora è il tempo dell’uguaglianza! E per questo abbiamo gridato e continueremo a gridare Svegliati Chieti! Svegliati Italia!

12642858_535713626602894_8234329947921422666_n

Il centro, 24 gennaio 2016

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...