Arcigay Chieti aderisce al Flash Mob “L’OMBRELLO TE LO PORTI DA SOLO”

Arcigay Chieti aderisce al Flash Mob “L’OMBRELLO TE LO PORTI DA SOLO” in programma per giovedì 6 luglio alle 18.30 a Pescara in Piazza Mercato e organizzato in risposta all’episodio accaduto a Sulmona, quando alcune donne sono state utilizzate per reggere gli ombrelli per riparare alcuni uomini politici impegnati in un dibattito pubblico con il Presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso.
Cogliamo l’occasione per condannare non soltanto lo spiacevole episodio immortalato dalle foto che sono poi andate in rete e fin sulla stampa nazionale, ma anche l’altrettanto spiacevole risposta del Presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso alle critiche ricevute, che riportiamo testualmente come riportato dalla stampa “Il problema vero è che in quel momento c’erano solo donne a disposizione con l’ombrello, ma la prossima volta ho già in mente delle soluzioni, ad esempio un appalto concorso solo per ermafroditi.” Il tentativo goffo (diciamo così) di giustificazione risulta a questo punto peggiore della pessima figura nazionale fatta dal nostro rappresentante regionale, che ha scambiato una delle manifestazioni dell’intersessualità con la parificazione tra uomo e donna, in barba alle sofferenze patite per anni da tutte le persone nate intersessuali e “normalizzate” da medici e genitori asserviti a una coscienza dell’identità di genere binario, figlia della società maschilista occidentale moderna.
Il presidente ha dimostrato con questa risposta di ignorare le basi della questione della parità di genere, di difesa dalle discriminazioni sessuali e decine di altri argomenti che riguardano la vita delle persone che lui dovrebbe rappresentare. Assistiamo invece ad un triste cabaret, con battute da avanspettacolo. Ci si aspetta da rappresentanti politici uno spessore culturale e di comprensione di certe dinamiche sociali di un certo livello.
Tra l’altro il presidente dimostra anche di non conoscere (ma evidentemente si bea di questa non conoscenza) che in questi giorni è in corso un tavolo tecnico tra le associazioni LGBT+ abruzzesi e le realtà politiche con l’obiettivo comune di proporre alla Giunta regionale un testo di legge unico, incentrato sul contrasto alle discriminazioni e alle violenze determinate dall’orientamento sessuale e dall’identità di genere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...